Arciconfraternita S.M. di Loreto e Purgatorio

Acriconfraternita Santa Maria di Loreto e Purgatorio - Caserta
Qualche breve accenno storico alla confraternita che ebbe cura materiale della chiesetta per tantissime decine di anni.

Il titolo della CONFRATERNITA è: “SANTA MARIA DI LORETO E PURGATORIO” fondata il 23 maggio del 1609 con Regio Decreto di Sua Maestà il Re Carlo III di Borbone.


Aveva Chiesa propria in Via G.B. Vico sotto la Parrocchia dei Santi Vitaliano ed Enrico. Dopo la distruzione causata dal bombardamento del 1943, i Confratelli si radunavano nella sala adiacente alla Cappella e qui vi celebravano le loro funzioni religiose e preghiere.

La Confraternita ha il proprio Statuto, approvato dal vescovo del tempo Frate Bonaventura Cavallo il 17 maggio 1689 ed il benestare in data 31 luglio 1754 del Regio Decreto di Sua Maestà il re Carlo III di Borbone.


Di tale Statuto nel 1777 i Confratelli esibirono l’originale per mano del Notaio Domenico Antonio Giaquinto: i relativi protocolli si trovano depositati nello schedario del Notaio D. Nicola Tartaglione di Caserta, presso l’Archivio Notarile di S. Maria C. V.

L’abito distintivo: camice bianco, mozzetta verde, cappuccio bianco, cappello bianco e medaglia di metallo al collo con l’immagine di Maria SS.ma di Loreto. L’Associazione ha avuto fin dalle sue origini moltissimi iscritti.

Lo scopo, della CONFRATERNITA è il perfezionamento della vita dello spirito. Il requisito per esservi ammessi è la buona condotta e un’intensa vita cristiana. L’elezione del priorato e delle altre cariche si tenevano regolarmente secondo le norme dello Statuto.

La Confraternita ha un sacerdote come Padre spirituale e Rettore della chiesa e un altro sacerdote come Cappellano, incaricato soprattutto della cura spirituale della Cappella sepolcrale di proprietà della Confraternita nel Cimitero cittadino di Caserta.

La Confraternita aveva rendite proprie; ancora adesso ha l’amministrazione di esse per lo svolgimento del culto e il mantenimento della chiesa.

La confraternita ha anche Consorelle Associate con l’onere della retta mensile. Oltre agli altri benefici spirituali, l’iscrizione all’Associazione, esse hanno anche tutti i diritti dei Confratelli: soprattutto l’accompagnamento funebre con carro e partecipazione della Confraternita; diritto della sepoltura in nicchia della Cappella sepolcrale per 10 anni, ad una Messa solenne ed ai suffragi comuni. Inizialmente non avevano obbligo di prendere parte alle funzioni religiose della Confraternita non avevano abito distintivo; mentre, attualmente, per le manifestazioni religiose hanno gonna verde e camicetta gialla.


X